Storytelling, Video

Questo video istituzionale racconta l’esperienza di ogni giorno di LILT FIRENZE.

Accade spesso che chi è malato di cancro si senta catapultato su un altro pianeta, diventando così un extraterrestre che si muove con difficoltà all’interno della propria quotidianità. Tutto diventa complicato e anche le azioni-relazioni più consuete appaiono complesse e faticose.

Con il cancro il malato sente un peso, fisico e mentale, da portare con sé. Grazie alla condivisione con LILT FIRENZE, i suoi volontari, i medici ed i professionisti, chi deve affrontare questa esperienza riesce ad ‘alleggerirsi’ per tornare a vivere.

STORYBOARD

Scene n.: 1 Sequence: A

interno – stanza /ufficio /ambulatorio del dottore-dottoressa:

dettaglio della busta/cartella dei documenti che contengono la risposta agli esami. una mano prende la busta e estrae le carte contenute all’interno. dettaglio busta sul tavolo > dettaglio documenti estratti dalla busta

audio: suoni e rumori in sottofondo, persone che parlano fuori dalla stanza

 

Scene n.: 1 Sequence: B

la camera riprende la scena dall’alto: al tavolo del dottore-dottoressa siedono lui-lei e la paziente in attesa della lettura delle risposte. il dottore legge e la camera scende lentamente avvicinandosi ai due e al tavolo dove è poggiata la busta strappata.

mentre il dottore legge si sente la parola “carcinoma” e il volume si abbassa rendendo il seguito “ovattato” o percepito in lontananza.

 

Scene n.: 2 Sequence: A

esterno – piazza deserta /piazzale con fondo sconnesso /campo incolto /campagna:

ripresa in zenitale (con drone) della ragazza sdraiata e vestita con una tuta da astronauta, come se fosse appena caduta dal cielo.

audio: silenzio /soffio del vento /suoni della natura circostante

 

Scene n.: 3 Sequence: A

interno – salotto /camera /cucina:

dettaglio sull’occhio chiuso visto attraverso la visiera del casco della tuta da astronauta. l’occhio si apre e di scatto la ragazza si alza. ripresa frontale, nel momento in cui la ragazza si alza

audio: silenzio /audio in presa diretta dei suoni

nota audio: la voce fuori campo può iniziare da qui

 

Scene n.: 3 Sequence: B/C/D

dopo essersi alzata, la ragazza gira per la stanza cercando di toccare (con i guanti della tuta) gli oggetti: se in cucina > apre il frigo e prova a prendere le uova – se in salotto > guarda le foto appese toccandole o cerca di prender in mano quelle con le cornici esposte su un mobile – se in bagno > si guarda allo specchio

audio: voce fuori campo + suoni in presa diretta

 

Scene n.: 4 Sequence: A

esterno – giardino di casa /parco

dettaglio sul guanto / visiera del casco la ragazza, sempre con la tuta da astronauta, cerca di annusare un fiore

audio: voce fuori campo + suoni in presa diretta

 

Scene n.: 4 Sequence: B

arriva una seconda persona che aiuta la ragazza a togliere i guanti e insieme iniziano a camminare (mentre la seconda persona tiene in mano i guanti)

audio: voce fuori campo + suoni in presa diretta

 

Scene n.: 5 Sequence: A

esterno – strada /parco

mentre camminano insieme vengono raggiunti da un’altra persona, che aiuta la ragazza a togliere gli stivali della tuta. proseguono in 3, con gli altri che portano guanti e stivali.

audio: voce fuori campo + suoni in presa diretta

 

Scene n.: 5 Sequence: B

tutti insieme proseguono il cammino e arrivano altre persone che nell’ordine aiutano la ragazza a liberarsi di giacca e pantaloni della tuta.

audio: voce fuori campo + suoni in presa diretta

 

Scene n.: 5 Sequence: C

l’ultima persona aiuta la ragazza a togliersi il casco. a questo punto la ragazza è circondata dalle persone che ha incontrato lungo il cammino e che tengono in mano le varie parti della tuta.

audio: voce fuori campo + suoni in presa diretta

 

Scene n.: 5 Sequence: D

la persona che ha tolto il casco lo adagia a terra e abbraccia la ragazza. a turno gli altri lasciano a terra le parti della tuta e abbracciano la ragazza.

chiusura con grafica e head finale.

audio: voce fuori campo + musica

Regia: Juri Ciani

Soggetto e sceneggiatura: Gaia Giannangeli, Juri Ciani

Fotografia: Riccardo Borgenni 

Cliente: LILT Firenze

Related Projects
Contattaci

Chiedici informazioni! Ti risponderemo presto!

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search